Come e dove investire

PDF Stampa E-mail

Mercato immobiliare negli USA: dove investire?

Sono quattro le possibili strategie per investire nel Real Estate statunitense, un mercato che ha raggiunto livelli di costi senza precedenti e che offre all’investitore europeo grandissime opportunità di guadagno e di ritorno sia nel breve, sia nel lungo periodo. Quattro strategie che accomunano le location presenti nella nostra offerta, in modo tale da sfruttare al massimo le caratteristiche di New York, Florida  e Santo Domingo, ovvero quelle in cui consigliamo di investire:

  1. Acquisto di un’abitazione per uso proprio
  2. Immobile a reddito
  3. Ristrutturazione e rivendita: Foreclosure
  4. Acquisto di lotti edificabili

 

  1. L’acquisto di un’abitazione per uso proprio è la strategia più comune tra gli investitori. Consiste nel trovare una casa, seconda o terza che sia, dove investire e che sia di proprio gradimento. Si tratterebbe di una residenza abituale, per vacanze, lavoro o studio, che verrebbe acquistata ad un prezzo particolarmente vantaggioso e poi tenuta per un periodo che varia dai 2 ai 5 ai 10 anni, a seconda dei progetti del singolo investitore, e quindi rivenduta sul mercato di New York, Florida o Santo Domingo, nel momento in cui il mercato dovesse offrire le migliori condizioni di rivalutazione possibili.

  2. L’immobile da mettere a reddito è la strategia più remunerativa, in quanto consente non solo di capitalizzare sull’acquisto scontato di un immobile, che viene acquistato a prezzi storicamente bassissimi e con un cambio monetario molto favorevole, come può avvenire attualmente a Manhattan ad esempio, ma anche perché consente di avere immediatamente un ritorno monetario in termini di affitto, a prescindere da dove investire.

  3. In questo particolare periodo, considerando in primis il caso di Manhattan e Miami, sono molti gli immobili residenziali e commerciali di proprietà della banca pignorati ai proprietari perché insolventi. Le banche, completata la procedura di Foreclosure, trend particolarmente consolidato soprattutto in Florida, rimettono sul mercato questi immobili a prezzi fortemente scontati. Si tratta di immobili che molto spesso necessitano di riparazioni più o meno importanti. Per tale motivo non possono essere messi sul mercato immediatamente, in quanto le banche negli USA finanziano un solo mutuo per le case pronte per essere abitate. Di qui l’opportunità per gli investitori di acquistare case in location particolarmente propizie dove investire, a prezzi decisamente bassi, sostenendo i costi di ristrutturazione e di rivenderle in tempi relativamente brevi (6-9 mesi) ad un altro investitore che voglia utilizzarla nel lungo periodo. In questo senso il mercato immobiliare diventa uno dei più interessanti dove investire. E’ in questo modo che si può ricavare un profitto in un tempo decisamente più breve, rispetto a chi compra una casa per tenerla e attende l’apprezzamento.

  4. Altra strategia utile quando si decide dove investire nel Real Estate americano, consiste nell’acquistare lotti edificabili in aree in crescita, dove lo sviluppo urbano si è congelato a seguito della crisi del mercato edilizio. Oggi si comprano terreni a  prezzi che sono una frazione del loro valore originale da investitori o costruttori, che hanno dovuto interrompere il progetto edilizio per mancanza di capitali. Il grande beneficio è che si tratta di terreni già predisposti per accettare una nuova costruzione e immediatamente pronti per tornare sul mercato una volta che il mercato edilizio, terminato il flusso foreclosure che durerà ancora un paio d’anni, ritornerà a marciare, come sta avvenendo nell’ultimo periodo in Florida. L’acquisto di un terreno offre dunque la possibilità di investire danaro su un bene che si rivaluterà nel tempo e che comporta dei costi di manutenzione molto bassi. Si tratta di mettere a portafoglio terreni che possono essere acquistati al 30% del loro valore e rivenduti a distanza di 4-5 danni al 100-110%, nel momento in cui il mercato dove investire si rimette in movimento.